La Rieducazione Posturale Globale nella scoliosi idiopatica pediatrica: modellizzazione biomeccanica e analisi della riduzione della curva durante l’auto-correzione attiva e assistita

Sarah Dupuis, Carole Fortin, Christiane Caouette, Isabelle Leclair and Carl-Éric Aubin
BMC Musculoskeletal Disorders201819:200https://doi.org/10.1186/s12891-018-2112-9 ©  The Author(s). 2018Received: 21 January 2018Accepted: 24 May 2018 Published: 21 June 2018

Background
La rieducazione posturale globale (GPR) è un approccio per il trattamento fisioterapico della scoliosi idiopatica pediatrica (IS), in cui il fisioterapista valuta qualitativamente il potenziale di riduzione della curvatura scoliotica (con una correzione manuale) e la capacità del paziente di auto correggersi. A conoscenza dell’autore, non ci sono studi riguardanti il GPR applicato all’IS, quindi è necessario capire meglio la biomeccanica GPR delle posizioni di riduzione della curva. L’obiettivo è stato valutare biomeccanicamente e quantitativamente le due correzioni di rieducazione utilizzando un modello computerizzato combinato con test sperimentali.

Metodi
Modelli a elementi finiti (FEM) di 16 pazienti con IS (età 10,5-15,4 anni , angolo medio di Cobb di 33 °) sono stati costruiti da scansioni superficiali e ricostruzioni radiografiche 3D prese in posizione normale e posture correttive. Le forze applicate con le mani del terapeuta sul tronco durante la correzione manuale sono state registrate e utilizzate nel FEM per simulare questa postura. L’auto-correzione è stata simulata spostando le vertebre apicali toraciche e lombari dalla loro posizione di presentazione alla loro posizione auto-corretta, come si è visto sulle radiografie. Un indice di rigidità è stato definito per ciascuna postura come la forza globale richiesta per rimanere nella postura fratto la riduzione della curva toracica (forza / riduzione dell’angolo di Cobb).

Risultati
La forza media applicata dal terapista durante la correzione manuale è stata di 31 N e ha comportato una riduzione media simulata del 26% (p <0,05), mentre la cifosi è leggermente aumentata e la lordosi è rimasta invariata. L’auto-correzione effettiva ha ridotto la curva toracica in media del 33% (p <0,05), mentre la curva lombare è rimasta invariata. La cifosi toracica e la lordosi lombare sono state ridotte in media di 6 ° e 5 ° (p <0,05). Le simulazioni di auto-correzione sono correlate all’effettiva auto-correzione (r=0,9).

Conclusioni
Questo studio ha permesso di quantificare la riduzione della curva toracica ottenuta mediante applicazioni di forze esterne e la capacità del paziente di correggere automaticamente la propria postura, due correzioni comunemente usate nell’approccio GPR.

Le radiografie biplanari a basso dosaggio in postura eretta e durante l’auto-correzione illustrano il potenziale del paziente di ridurre la curvatura toracica immediatamente e momentaneamente. La simulazione numerica di auto-correzione concorda con le radiografie in auto-correzione

Open AccessThis article is distributed under the terms of the Creative Commons Attribution 4.0 International License (http://creativecommons.org/licenses/by/4.0/), which permits unrestricted use, distribution, and reproduction in any medium, provided you give appropriate credit to the original author(s) and the source, provide a link to the Creative Commons license, and indicate if changes were made. The Creative Commons Public Domain Dedication waiver (http://creativecommons.org/publicdomain/zero/1.0/) applies to the data made available in this article, unless otherwise stated.

CORSO SUPERIORE TRATTAMENTO DELLA SCOLIOSI CON LA RPG SOUCHARD APERTE LE ISCRIZIONI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *